Donazioni

donazioni

Come donare?

É possibile donare tramite conto corrente bancario o postale. Selezionate i link qui sotto per ottenere le coordinate bancarie.

Donazioni – Caritas diocesana di Tortona

logo caritas

Caritas Diocesana di Tortona – Piazza Duomo n.13 – Tortona (AL)
UBI Banca S.p.A.
IBAN: IT44Z0311148670000000013136
Si ricorda che è anche possibile donare tramite l’8xmille

Donazioni – cooperativa Agape

cooperativa agape

Agape Cooperativa Sociale Onlus – Piazza Duomo n.13 – Tortona (AL)
Banca Regionale Europea
IBAN: IT67T0311148670000000006567
Si ricorda che è anche possibile donare tramite il 5xmille (codice fiscale 02242370068)

Donazioni – Associazione Volontari Caritas Tortona

logo A.Vo.Ca.To

Caritas Diocesana di Tortona – Piazza Duomo n.13 – Tortona (AL)
Banca Regionale Europea
IBAN: IT56U0310148670000000004315
Si ricorda che è anche possibile donare tramite il 5xmille (codice fiscale 94017180061)

Altri modi per donare

É inoltre possibile donare tramite l’8×1000, il 5×1000 oppure potete donare con la carta di credito tramite PayPal.

Dona tramite PayPal

Fai una donazione tramite PayPal, usa il link qui sotto.

L’importanza della trasparenza

Ogni Organizzazione impegnata nel sociale, di qualsiasi natura giuridica, si impegna ogni giorno per rendere concreti progetti di sviluppo a favore dei bisognosi, in Italia e nel mondo. Lo Stato, le Aziende, i Fondi Europei e le Fondazioni bancarie e private, che fino a pochi anni fa rappresentavano le principali fonti di finanziamento, oggi non sono più in grado di coprire interamente le richieste, sia a causa della crisi economica mondiale, sia per la crescita vertiginosa delle realtà associative che si impegnano nel sociale.

Per questo motivo, le donazioni che arrivano dai singoli cittadini sono diventate una fonte unica e fondamentale di sostentamento, una risorsa davvero importante che ogni realtà associativa ha il dovere di rispettare, tutelare e coltivare nel tempo…in che modo? Con la trasparenza.

Cos’e’ la trasparenza

Dove vanno a finire le mie donazioni?
Come faccio a sapere come vengono spesi i miei soldi?
Arriveranno a destinazione o servono solo per pagare le spese degli uffici e gli stipendi?

Queste sono le domande più frequenti e legittime che si pone ogni donatore scrupoloso che già dona o che vorrebbe donare, ma è ancora frenato dall’incertezza. La risposta è semplice: più un’associazione ha una struttura complessa, vasta e capillare, maggiori saranno le spese di gestione (uffici, cancelleria, stipendi dei dipendenti, bollette, ecc…) ma è anche vero questa associazione sarà in grado di gestire un numero molto elevato di progetti in Italia o all’estero. La scelta sta al donatore: non esistono associazioni prive di spese di gestione (ad es. è sufficiente un centralino e un piccolo ufficio in cui scrivere i progetti per generare spese di gestione benché minime).

Chi sostiene di non avere spese di gestione, mente. Le spese di gestione sono quelle che consentono di portare avanti i progetti; la loro coerenza è dettata dalla loro proporzione rispetto a quanto viene devoluto ai progetti: se la proporzione diventa una Sproporzione, allora il donatore può giustamente pretendere dall’associazione una rendicontazione più puntuale e precisa oppure, in ultima battuta, cambiare destinatario. Ogni associazione ha il dovere di tenere aggiornato il proprio donatore mediante l’invio periodico di un report sull’andamento dei progetti, specificando l’utilizzo delle donazioni ricevute durante l’anno.